Società Trasparente

In attuazione della legge 190/2012, contenente norme per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione, è stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 80 del 5 aprile 2013, il D.Lgs 33/2013 (“riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”). Il provvedimento è in vigore dal 20/04/2013. Tra le norme di maggiore innovazione il decreto introduce il cosiddetto diritto di “accesso civico”: a fronte dell’obbligo in capo alle pubbliche amministrazioni e, tra le altre, alle società partecipate dalle PA, di pubblicare documenti, informazioni o dati, viene riconosciuto il corrispondente diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la pubblicazione. Tale diritto può essere esercitato senza che sia necessario dimostrare un interesse personale nè esporre un motivazione specifica ed in modo gratuito. Esso deve essere soddisfatto mediante la fornitura delle informazioni richieste ed attraverso la loro pubblicazione sul sito internet. Con il termine Trasparenza si intende l’accessibilità totale di tutte le informazioni concernenti l’organizzazione, gli andamenti gestionali, l’utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali e dei risultati, l’attività di misurazione e valutazione, per consentire forme diffuse di controllo interno ed esterno sul modo di gestione della “cosa pubblica”. L’accesso trasparente a tutte le informazioni sull’attività dell’Ente consente, dunque, al cittadino di esercitare in maniera consapevole i propri diritti civili e politici. In questo portale saranno quindi pubblicati, come da D.Lgs n.33/2013, secondo le indicazioni di legge, documenti, informazioni e dati concernenti l’organizzazione dell’amministrazione, le sue attività e le relative modalità di realizzazione.